10 Fraintendimenti sugli antidepressivi

Gli antidepressivi sono diverse famiglie di farmaci, prescritti in base al paziente e alla gravità della sua depressione. Molti a priori circolano contro di loro. Volevamo fare un bilancio.

1. I francesi sono i primi consumatori al mondo di antidepressivi. Vero o falso?

In realtà, la Francia è al di sotto della media dei paesi industrializzati. Secondo il Panorama del 2015 OECD Health, i maggiori consumatori di antidepressivi sono islandesi con 118 dosi giornaliere per 1 000 abitanti. In confronto, i francesi sono 50 dosi (legato con i tedeschi), mentre la media Ocse è 58.

Secondo un rapporto della Accademia di Medicina pubblicato nel maggio 2014, meno di 6 % di francesi verrebbero trattati con antidepressivi

2. Funzionano solo in caso di grave depressione. Vero o falso?

"E 'vero che i migliori risultati si ottengono nel più grave depressione. Ma gli antidepressivi può anche essere utile per alcune persone con depressione moderata, anche se è poi più difficile da dimostrare l'effetto è migliore di quella di un semplice placebo", , dice il dottor Antoine Pelissolo, psichiatra presso l'ospedale Henri Mondor di Créteil (94).

nel mese di novembre 2017, la salute alta autorié raccomanda che gli antidepressivi vengano prescritti immediatamente solo nei casi di depressione grave . Possono essere considerati caso per caso per d épressions moderate e non sono indicati per lievi depressioni . In questo caso, è meglio favorire il supporto psicologico con il proprio medico di base, uno psichiatra o uno psicologo.

3. Non sono efficaci. Vero o falso?

"Non è vero!" , insiste il prof Pelissolo.

Il miglioramento dei sintomi (dolore, stanchezza, disturbi del sonno ...) è evidente dopo due o tre settimane . Per un'efficienza ottimale, la durata del trattamento non deve essere inferiore a sei mesi.

Nei casi meno gravi, le terapie cognitivo-comportamentali sono più appropriate, anche se non sono rimborsati dalla sicurezza sociale.

4. Se un antidepressivo non funziona, nessuno funzionerà. Vero o falso?

Il primo antidepressivo non è necessariamente quello giusto. Non scoraggiarti, gli effetti variano a seconda delle persone e delle molecole utilizzate. L'Accademia di Medicina sottolinea inoltre che " circa un terzo di individui depressi non rispondono ad un primo antidepressivo , come rispondono a due terzi di loro di un altro farmaco antidepressivo. "

La gamma di scelta è ampia. Pertanto, oltre 20 diverse sostanze condividono il mercato francese. Quelli che dovrebbero essere prescritto come prima linea sono: inibitori della serotonina serotonina (SSRI), inibitori della ricaptazione di serotonina e noradrenalina (SNRI) e altre tre atipica: minasérine, mirtazapina e vortioxetina

5. Questi farmaci non possono essere prescritti nei giovani. Vero o falso?

La depressione influisce di 2-3% dei bambini e il 14% degli adolescenti. un singolo farmaco, fluoxetina (Prozac) , la famiglia degli SSRI, ha ricevuto in Francia una Autorizzazione all'immissione in commercio (MA) per il trattamento della depressione nelle persone di età inferiore ai 15 anni. In questo caso, la prescrizione può venire che di seconda linea , dopo diverse consultazioni specializzate e sedute di psicoterapia.

Negli anni 2000, gli Stati Uniti hanno causato confusione allertare sul rischio di suicidio tra gli adolescenti trattati con questi farmaci. Conseguenze: il consumo di antidepressivi è significativamente diminuito tra questi ultimi; ma, allo stesso tempo, è stato osservato un aumento dei tentativi di suicidio (British Medical Journal, 18 giugno 2014).

6. Gli antidepressivi mi uccideranno. Vero o falso?

"È possibile un effetto sedativo, ma non in tutti i pazienti, il 15-20% di loro dice di sentirsi assonnato. Alcuni parlano di ottusità, di mettere a distanza spiacevoli che è doloroso, ma anche emozioni positive, ma questo effetto è raro ", dice il Prof. Pelissolo

È spesso sufficiente ridurre la dose per eliminare questi effetti collaterali . In caso contrario, un altro farmaco può essere testato

7. Gli antidepressivi fanno ingrassare. Vero o falso?

È vero che la maggior parte degli antidepressivi induce un aumento di peso. Ma rimane limitato: da due a tre chilogrammi in media . Un effetto collaterale che lo psichiatra vuole mettere in prospettiva:

Ricercatori americani hanno studiato l'aumento di peso dopo un anno di trattamento in più di 22.000 adulti (Jama Psychiatry, 4 giugno 2014). Nel complesso, l'effetto è modesto, con alcune differenze a seconda delle molecole.

8. Gli antidepressivi influenzano la libido. Vero o falso?

Può succedere ma, ancora una volta, l'effetto varia da persona a persona.

Per evitare questi effetti collaterali, la soluzione è di ridurre la dose o cambiare la medicina.

9. Gli antidepressivi inducono dipendenza. Vero o falso?

Falso!

Alcuni pazienti potrebbero aver paura di interrompere il trattamento. " In questo caso, non bisogna drammatizzare, spiega ulteriormente lo psichiatra. Non v'è alcuna tossicità conosciuta a perseguire un antidepressivo per diversi anni."

Una cosa è certa tuttavia: brusca interruzione del trattamento può causare vertigini o tensione per alcuni giorni Fermare un antidepressivo dovrebbe essere fatto gradualmente per un periodo di due o tre mesi.

10. Gli antidepressivi danno idea suicida. Vero o falso?

"Nel complesso, non vi è alcun aumento dei tentativi di suicidio, talvolta si manifestano voglie morbose in alcuni pazienti in trattamento, ma sono casi molto rari dovuti sia alla malattia sia droga ", ha detto il Prof. Pelissolo.

l'Accademia di medicina non contesta un possibile effetto, anche se estremamente raro, all'inizio del trattamento, e sottolinea che " la maggioranza delle persone depresse che sono suicidi non hanno ricevuto antidepressivi. "

Vedi anche: Antidepressivi: quando fermarsi

Foto: © Reuters / Darren Staples .