8 Cose da sapere prima di indossare lenti progressive

Quando si invecchia, la lentediventa sempre meno comoda. Dai 40 ai 45 anni, leggere senza occhiali diventa più difficile. Questa presbiopia sarà accentuata nel corso degli anni, da +0,50 diottrie a 45 anni a + 3 diottrie dopo 60 anni. Questo difetto visivo colpisce tutti, sia miopi, astigmatici o iperopici. Per correggerlo, molti equipaggiano i loro occhiali progressivi o passano a obiettivi multifocali . La scelta dell'attrezzatura è essenziale

Le lenti progressive non hanno nulla a che fare con la doppia accensione

In passato, le lenti per occhiali per presbiti erano divise in due aree: uno fino a vedere da lontano; uno al piano di sotto per vedere da vicino. Oggi nessuna delimitazione è visibile. "Passiamo dalla parte alta nella visione lontana alla parte inferiore nella visione vicina, con un gradiente di potenza", afferma il dottor Xavier Subirana, oftalmologo.

Nella versione con lente, il sistema è multifocale. La potenza varia dal centro alla periferia. Come funziona? La retina riceve tutte le immagini e il cervello la ordina automaticamente per scegliere quella che le si adatta: concentrarsi su un punto specifico, o optare per una visione panoramica

È necessario accettare i difetti della vista piccola

  • Con gli obiettivi progressivi, il campo visivo è leggermente ridotto in quanto vi sono, sul bordo esterno e interno del vetro, aree chiamate "aberrazione" dove l'occhio vede meno chiaramente. Grazie ai progressi nella produzione di obiettivi, queste aree sono sempre più ridotte.
  • Come per obiettivi multifocali , "non offrono la stessa precisione degli occhiali, specialmente in condizioni di scarsa illuminazione. Ma l'85-90% delle persone ne è a suo agio ", afferma la dottoressa Louisette Bloise, oftalmologa

Occhiali o lenti possono essere adattati alle tue esigenze

L'oftalmologo scrive una prescrizione con correzioni portare da vicino e lontano. Quindi, spetta all'ottico scegliere l'attrezzatura più adatta all'occupazione e agli hobby della persona. Esistono, infatti, diversi profili di lenti progressive .

Alcune professioni sono più difficili da equipaggiare con lenti progressive di altre. Gli adattamenti sono anche possibili con lenti multifocali o rigide, con visione alternata o simultanea ...

A volte un secondo paio di occhiali è utile

Alcuni hanno un'attività principale che richiede una visione di vicino preciso e, altre volte, richiede un ampio campo visivo. Immagina, ad esempio, una sarta che giochi anche a tennis. In questo caso, a volte è meglio avere un secondo paio di occhiali al fine di mantenere una visione ottimale in tutte le situazioni .

"Le lenti progressive diventano sempre più specializzate, molte preferiscono avere un secondo paio di occhiali, ad esempio per la pratica di uno sport ", dice André Balbi, ottico. Allo stesso modo, le lenti di ingrandimento sulle lenti sono talvolta necessarie per vedere meglio da vicino.

È importante scegliere la montatura

Né troppo grande né troppo piccola, la scelta della montatura è molto importante

  • Su una grande montatura , le lenti progressive sono necessariamente più grandi, improvvisamente le aree di aberrazione sono ingrandite.
  • Con una piccola montatura , il cambiamento in visione ravvicinata (in basso) verrà troncato, gli occhiali troppo piccoli

Anche l'inclinazione della faccia anteriore del telaio rispetto al ramo degli occhiali è importante per l'immagine non è distorta

È meglio iniziare il più presto possibile

"È importante iniziare presto perché la visione vicina cambia nel tempo, se aspetti fino a quando hai 60 anni e tre diottrie di presbiopia , la transizione graduale sarà più difficile ", afferma André Balbi

Il tempo di adattamento per gli obiettivi progressivi è variabile

Alcune persone si adattano immediatamente, altre in otto giorni o un mese "osserva il Dr. Subirana. Per vedere, è la testa che deve girare, non lo sguardo." Devi guardare avanti, nell'asse, altrimenti il ​​tuo sguardo cade nelle aree di "aberrazioni", dice l'oftalmologo. Con lenti, il tempo di adattamento è "tre-quattro giorni", secondo il Dr. Bloise

© rivista Salute

  • 1. Visione da lontano : guardare avanti, sempre nell'asse È la testa che deve girare, non l'occhio
  • 2. Visione intermedia : è necessario guardare nel mezzo della ve rre, testa e occhi diritti.
  • 3. Visione da vicino : tieni sempre la testa dritta, ma questa volta abbassa gli occhi
  • 4. Zone d ' aberrazioni : evitare di guardare sui lati perché la visione in queste aree è distorta

Devi imparare di nuovo a scendere le scale

Una delle principali difficoltà con gli obiettivi progressivi è la giù per le scale. I novizi tendono a guardare i loro piedi. Mentre abbassano gli occhi, il loro sguardo cade nella zona di visione vicina. Conseguenza: il cammino sembra molto più vicino di quanto non sia in realtà, con il rischio di inciampare ! Il Dr. Subirana consiglia di guardare due gradini in basso per vedere alla giusta distanza.