Alcool: le stelle danno il buon esempio?

La lotta contro l'alcol di stelle come Renaud o Véronique Sanson è un esempio per i tuoi pazienti?

È più di un valore per esempio! Voglio dire che questo potrebbe sostituire le campagne di comunicazione. Si tratta di personaggi noti con cui la popolazione ha una relazione molto emotiva. Quando parlano della loro fragilità - fragilità che ognuno di noi può provare - è molto forte.

Per la promozione del suo ultimo album, Véronique Sanson ha parlato delle sue difficoltà con il alcol, e l'effetto è stato enorme. È stato oggetto di discussione con i miei pazienti. Va detto che l'alcolismo delle donne rimane un argomento tabù. E lì scoprirono che uno dei loro idoli aveva sofferto e aveva il coraggio di parlarne.

Con Renaud , è diverso. Gli uomini non reagiscono come le donne. Per loro, è il bravo ragazzo che si è lasciato andare. Non ho visto alcun effetto sui miei pazienti in particolare, ma sull'opinione pubblica in generale. Il suo ritorno fu molto acclamato e incoraggiato, come quello di un uomo che stava uscendo da una lunga malattia. Che è vero.

Al contrario, Stéphane Bern, bevuto in un programma, induce alcuni a bere?

Ho avuto l'opportunità di incontrare Stéphane Bern e io penso che sia rimasto intrappolato. Per me, sono i produttori che organizzano questo tipo di spettacolo che sono totalmente inconsapevoli dell'effetto che può avere, ed è loro che sono responsabile di questi abusi. Non ci divertiamo con un prodotto che uccide! Non so se questo programma possa avere un effetto di incentivazione. È un po 'come con i videogiochi. Nessuno studio mostra un legame tra la riproduzione di videogiochi violenti e la violenza che può essere sviluppata successivamente.

Ma sono sicuro di una cosa, uno spettacolo come le Ricette gustose banalizza il consumo di alcol e lo presenta solo in un modo divertente. Parliamoci chiaro: non difendo il proibizionismo. Ognuno è libero di consumare. Ma devi sapere che l'alcol è un prodotto pericoloso il cui consumo non deve essere promosso.

(foto: © Reuters / Denis Balibouse)