Cancro al seno: come funziona?

Il chirurgo, che è spesso oncologo o specialista del seno, procede alla rimozione del tumore (lumpectomia) e di buona parte del tessuto sano intorno all'area del cancro per evitare rischi. di recidiva. Inoltre, fa tutto il possibile per ripristinare la sua curvatura e armonia.

Se, nonostante questo, l'analisi istologica delle banche del tumore rivela la presenza di cellule maligne, viene proposto un secondo intervento che può può portare a una mastectomia (rimozione totale del seno).

In pratica, il chirurgo esegue un'incisione in base alla posizione e alle dimensioni del tumore, alla forma e alle dimensioni del seno. ottenere i migliori effetti terapeutici ed estetici. L'incisione viene eseguita rispetto al tumore o ad una distanza

Una piccola posizione del tumore

Le microcalcificazioni e i tumori non palpabili devono essere localizzati prima della rimozione. Quindi, il radiologo imposta, prima dell'intervento sotto controllo ecografico o imaging digitale, un piccolo filo nella / e lesione / i per guidare il chirurgo.

Il tumore si trova al centro del seno

. non è troppo importante, ora è possibile eseguire una lumpectomia rimuovendo anche l'areola e il capezzolo. La regione nipple-areolare viene ricostruita in una seconda volta.

Se il seno è completamente rimosso

A volte essenziale, questa operazione è indicata in caso di tumore di grandi dimensioni, diversi tumori nella stessa mammella, recidiva o per ragioni estetiche quando il volume del seno è troppo piccolo rispetto alla dimensione del tumore.