Sordità nei bambini: quando preoccuparsi

Uno su 1.000 bambini nasce sordo. Una disabilità che non è sempre facile da individuare, lo screening dalla maternità non è ancora sistematizzato. In totale, un milione di francesi soffrono di profonda sordità.

Diversa sordità

Secondo l'organo interessato, ci sono due tipi principali di sordità

  • Sordità della percezione: questa lesione il sistema uditivo nell'orecchio interno o nel nervo uditivo è generalmente definitivo. Questo può essere una leggera perdita dell'udito o totale sordità. Molto spesso genetico, si manifesta dalla nascita. Può anche essere, anche se raramente, secondaria a sofferenza fetale acuta, infezione materno-fetale (rosolia, toxoplasmosi), grave prematurità o ipotrofia. Nei bambini piccoli, può anche essere la conseguenza della meningite
  • Sordità trasmissiva: Corrisponde a un'alterazione della trasmissione dell'onda sonora a livello dell'orecchio esterno o medio. Potrebbe essere dovuto a un difetto dell'orecchio congenito. Nei bambini piccoli, è la conseguenza dell'otite sierosa (otite cronica che dura più di tre mesi). Possono essere usati mezzi medici o chirurgici per trattarlo.

Segnali di allarme

In generale, si verificano segnali di allarme, sia per perdita uditiva percettiva che per sordità di trasmissione qualsiasi età, con vari gradi a seconda della perdita uditiva e dell'età in cui si verifica la sordità.

Così possiamo osservare un ritardo del linguaggio e della parola (lessico, sintassi, articolazione ...), ma anche una mancanza di reazione al rumore o alla voce. Tuttavia, non dimentichiamo che l'età di inizio delle prime parole è in media tra i 12 ei 17 mesi.

  • Tra 0 e 3 mesi: il bambino non reagisce ai rumori, è un neonato che è troppo calmo e non si sveglia quando fa rumore nella sua stanza
  • Tra 9 e 12 mesi: il bambino non ripete le sillabe (no "pa-pa" o " ma-ma "). Piange molto.
  • Tra 1 anno e 2 anni: la lingua non si sviluppa, il bambino non imita i suoni, non sembra obbedire a ciò che gli viene chiesto di fare, non risponde quando viene chiamato.
  • A 3 anni: le sue frasi non sono molto evolute, si articola male ...
  • Dopo 4 anni: piccole confusioni fonetiche tra alcuni suoni ("p , f, t, b, v, d "), la necessità di montare il suono per guardare la televisione o ascoltare la musica, sono tutti indizi che dovrebbero portare alla consultazione. A volte un disturbo comportamentale (aggressivo, iperattivo o, al contrario, cancellato, distratto ...) è associato.

Rileva ipoacusia nei bambini

Alla nascita: nonostante il fatto arrestato a maggio 2012, lo screening libero della sordità neonatale non è ancora sistematico . Quando è in pratica, ha luogo prima di lasciare il reparto maternità o, in mancanza, prima del terzo mese del bambino.

Durante i primi sei anni di vita: un test uditivo viene regolarmente eseguita dal pediatra o dal medico generico in occasione di visite mediche obbligatorie e rimborsate dalla sicurezza sociale (9 il primo anno, poi 3 il secondo e infine due all'anno fino a sei anni). Per testare frequenze diverse, vengono effettuati test specifici, in particolare con l'aiuto delle scatole Moatti che emettono richiami di animali quando vengono restituiti.

Tra i cinque ei sei anni: viene effettuato un controllo sanitario eseguito a scuola tra i cinque ei sei anni, all'asilo o nella classe preparatoria. Questo esame include, tra le altre cose, l'identificazione dei disturbi dell'udito.

Le tecniche utilizzate

Fino a 6 anni, il metodo utilizzato per valutare l'acuità uditiva è un'audiometria di condizionamento. Usiamo giocattoli sonori, facciamo prove diverse a seconda dell'età del bambino: test del nome, test di riflesso di orientamento condizionato, test di immagini (che deve designare quando le si cita)

Da 6 anni , l'audiometria è identica a quella eseguita negli adulti. In una cabina insonorizzata, con un auricolare sull'orecchio, il bambino deve fare un gesto quando sente il suono.

Trattamento della sordità

Dipende dalla parte interessata e dal grado di sordità

Nel caso della percezione della sordità

Molto spesso, dispositivi vengono utilizzati per amplificare i suoni, a volte impianto cocleare (dispositivo dispositivo medico elettronico che trasforma il segnale acustico in un segnale elettrico per consentire l'inoltro delle informazioni da parte del sistema nervoso.)

Alcuni genitori fanno anche la scelta di non accoppiare il loro bambino. Poi optano per un altro mezzo di comunicazione, in questo caso la lingua dei segni.

Da leggere anche: Sordità nei bambini: dobbiamo operare?

Nel caso di una sordità di trasmissione

L'otite sierosa è di gran lunga la causa più comune di sordità nella trasmissione del bambino. Quindi, sotto anestesia generale, vengono posizionati aeratori transimpanici (diabolos o yoyos). Questo sistema di drenaggio consente la ventilazione dell'orecchio medio e l'eliminazione delle secrezioni. Il bambino poi sente meglio

Più raramente, viene eseguita una timpanoplastica (intervento chirurgico per riparare il timpano).

La chirurgia rende possibile rinunciare al montaggio nella maggior parte dei casi. Tuttavia, quando deve essere ritardato per ragioni di crescita, viene quindi utilizzata una protesi per consentire al bambino di sviluppare il linguaggio durante l'attesa dell'operazione.

Per entrambi i tipi di sordità, una logopedia e / o il supporto educativo è previsto

Per consultare

- Il Centro nazionale per le informazioni sulla sordità, sotto gli auspici del Ministero della salute: un centro di accoglienza telefonica (0812 040 040) e il videocitofono è disponibile anche per le famiglie
- Il sito del.

Da leggere con il figlio : Il mio cane ascolta bene , Corinne Lovera Vitali e Jean-Marc Mathis , ed. Thierry Magnier