Fibromialgia: in che modo la dieta influisce sui sintomi

Numerosi studi hanno dimostrato che la dieta è in grado di influenzare il dolore cronico della fibromialgia. Al momento, gli scienziati non conoscono la causa o il trattamento di questa malattia, ma sanno che alcuni nutrienti possono aumentare o ridurre l'attività anormale di un neurotrasmettitore del sistema nervoso che causa il tipico dolore della fibromialgia.

Oltre ai farmaci, le persone affette possono assumere una dieta che li aiuta a combattere l'infiammazione sistemica e ridurre i sintomi.

Gli alimenti tra cui scegliere

Medical News Today consiglia consumare da otto a nove porzioni di frutta e verdura al giorno, in particolare quelle più colorate che contengono il maggior numero di sostanze nutritive. Broccoli, cavolini di Bruxelles e cavolfiore sono buoni esempi.

Scegli cibi integrali come riso integrale, quinoa, grano saraceno, avena, segale, grano e farro. Limitare i latticini che possono aumentare l'infiammazione e cercare di sostituire la carne rossa con pesce, carne bianca e verdure. Puoi parlare con il tuo medico per assicurarti che il tuo livello vitamina D sia abbastanza alto, e se non lo fai, scegli gli alimenti che contengono

o supplementi.

alimenti da evitare Alcuni additivi come eccitotossine e glutammato monosodico possono aggravare i sintomi della fibromialgia. Sono presenti in sostituti dello zucchero come aspartame e piatti industriali