I farmaci generici preferite per il 55% dei francesi

I farmaci generici diventano quasi automatici per i francesi. Secondo un recente sondaggio Ifop pubblicato dal quotidiano Metro , il 55% dei francesi dicono che preferiscono i crediti proposti dal farmaco farmacista prescritto dal medico. Sono il 45% opta per il farmaco medico.

Si segnala che nel corso del 65 maggiori probabilità di optare per il generico (63%). I bambini di età compresa tra 18 e 24 anni sono i più divisi (51% per il generico, 49% per la medicina del medico). Il generico è fatto nella stessa percentuale di uomini e donne (55%).

elementi confermati dalla Health National Insurance Fund (CNAM). In un recente annuncio, CNAM sostiene che i farmaci generici stanno sostituendo sempre più i farmaci originali. Il tasso di sostituzione raggiunge anche circa l'80%. L'agenzia di salute pubblica vuole che questo tasso di sostituzione passa l'85% entro la fine del 2012.

Certificazione come "insostituibile" da August

Lo scorso aprile, il CNAM s' era preoccupato per un calo dei consumi generici: il tasso di sostituzione era sceso al 72%. Per rimediare a questo, erano state prese di recente misure coercitive.

Dal mese di agosto, se la parola "insostituibile" non è apposto dal medico che prescrive sulla prescrizione, il cliente che si rifiuta fa generico beneficia più del pagatore di terze parti e deve far avanzare i costi. Adeguamenti che sembrano efficienti in termini dell'attuale tasso di sostituzione

In media, il prezzo di un generico è inferiore del 30% a quello del farmaco originale. Questa differenza può essere spiegata dai costi molto elevati pagati dai laboratori nella ricerca e sviluppo di farmaci. Una volta che il brevetto è diventato di dominio pubblico, le società generiche non hanno più costi di questo tipo.