Preparati per sciare

Anche se lo sci alpino non è un'attività molto fisica (il sistema cardiovascolare è relativamente poco utilizzato), la sua pratica richiede una muscolatura condita Compreso quello degli arti inferiori (glutei, quadricipiti, muscoli posteriori della coscia). È quindi necessaria una preparazione specifica, almeno quattro settimane prima della partenza.

Un allenamento semplice accessibile a tutti

L'allenamento ideale da fare ogni giorno? Una camminata veloce di 30 minuti, 2 set (progressivi e al tuo ritmo) di 30 crunch (in piedi accovacciati) e corda per saltare.

Ricordati di lavorare gli addominali per prevenire il mal di schiena, perché a volte è malmenato da neve dura o terreno sconnessa. Maggiore è il rinforzo muscolare, le articolazioni più stressate saranno protette.

Prenditi cura delle tue ginocchia

Articolazioni particolarmente vulnerabili nella pratica dello sci? Ginocchia del ginocchio, poiché le caviglie sono bloccate nella scarpa: le distorsioni del ginocchio rappresentano in realtà un terzo degli incidenti nello sci alpino.

Vale a dire, le donne sperimentano tre volte più gravi distorsioni - con rottura del legamento - rispetto agli uomini, la cui muscolatura è più sviluppata. Alla fine, disabilitando sequele: ginocchia instabili, artrosi ...

Cosa mettere nel tuo caso di farmacia?

Come minimo, infila un termometro, paracetamolo e antispasmodico nelle valigie. L'idea? Evitare di chiamare nel mezzo della notte il Samu, sopraffatto da chiamate dopo le 20:00 in alta stagione, per calmare un mal di testa ...

Hai bambini piccoli? Prenditi cura del freddo e previeni otite media correlata all'altitudine: mosca del bambino, soluzione salina fisiologica per sciacquare il naso, paracetamolo bambini per calmare il dolore

Se si dispone di un trattamento regolare, pensare di portarlo in quantità sufficiente e controlla con il tuo medico che l'altitudine non è controindicata per la tua salute.

Vedi anche: Vacanze invernali: proteggi gli occhi in montagna!