Insonnia: l'intestino sarebbe coinvolto?

Dormire bene dipende da molti fattori, tra cui la dieta e la digestione. Pertanto, è accettato che la dieta troppo restrittiva oi disturbi alimentari causino disturbi del sonno.

La pancia svolge un ruolo nel ritmo sonno-veglia

Inoltre, l'intestino può contenere orologio interno che controlla i nostri periodi di veglia e sonno. "L'essere umano sarebbe punteggiato dall'attività della società. L'alternanza giorno-notte, la dieta, compresa la composizione dei pasti, potrebbe influenzare il sonno", dice Bertrand Kaeffer, ricercatore presso l'INRA de Nantes.

Questo non è ancora stabilito negli adulti, ma gli studi vanno in questa direzione. Ciascuna cellula dei nostri organi (incluso l'intestino) potrebbe ricevere, per "geni dell'orologio", segnali implicati nel sonno.

Intestino immaturo di neonati prematuri

In bambini prematuri il cui intestino è immatura, l'alimentazione inadeguata e la cura possono aumentare, 40 anni dopo, il rischio di sviluppare disturbi del sonno.

Viceversa, nei bambini nati a termine, l'assunzione di triptofano di latte materno avrebbe un effetto diretto sull'installazione del ritmo sonno-veglia. "Controllare questi effetti sulla creazione di un orologio biologico nell'intestino dei bambini prematuri è uno dei lavori della nostra unità di ricerca", afferma Bertrand Kaeffer.

La dieta giusta per dormire bene

Per una migliore per dormire, inizia ben nutrito. Segui il consiglio nutrizionale del Prof. Daniel Rigaud, nutrizionista all'ospedale universitario di Dijon

Il sonno è facilitato da un pasto bilanciato (piatto proteico, latticini e frutta). Chi cena per dormire, e non viceversa

Omega 3 per soggetti depressi

È provato che una dieta arricchita con omega 3 (pesce grasso ...) o integratori alimentari potrebbe ridurre la tendenza depressiva persone che giocano sull'umore e, indirettamente, migliorano il loro sonno. L'efficacia si osserva dopo dieci o venti giorni con una buona razione di omega 3 (150 g di pesce grasso), tre o quattro volte alla settimana.

Raccomandato

Alimenti ricchi di proteine, soprattutto animali, facilmente assimilabili, perché contengono alcuni aminoacidi (triptofano, tirosina) che giocano un ruolo sull'umore e sugli ormoni biologici. Questo non è provato, ma è ammesso, in cronotutrizione, che una dieta ricca di triptofano (carne, pesce, formaggio, latticini ...) può facilitare il sonno.

Per evitare

- Pasti ricchi di grasso perché il lavoro del tratto digestivo interferisce con l'addormentarsi.
- L'alcol, che causa certi disturbi del sonno
- Caffè e, in misura minore, tè, che disturbano il sonno di chi non lo fa 'non ci sono abituato.