La pillola è cancerogena?

Dal 2005, l'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) ha classificato la pillola come cancerogena. "Aumenta moderatamente il rischio di cancro al seno e del collo dell'utero, spiega Françoise Clavel-Chapelon, direttore di ricerca presso l'Inserm. Per questo motivo, mi chiedo perché i medici di solito non offrono lo IUD alle donne che non hanno avuto figli ", dice il ricercatore.

Tuttavia, l'aumento del rischio di cancro al seno è relativamente basso, dell'ordine del 20%. Inoltre, la pillola è per le giovani donne il cui rischio di "base" è reale, ma piccolo

"Anche se so che questi dati oncologici, io peso nella mia pratica quotidiana il rapporto rischi-benefici". rassicura Danielle Hassoun, un ginecologo Delafontaine ospedale ostetrico a Saint-Denis (93).

una pillola dose più bassa che riduce i rischi?

Non necessariamente. Infatti, se il ragionamento sembra attraente, è, d'altra parte, non ancora supportato dagli studi clinici.
"Le analisi che hanno permesso questa conclusione non sono state fatte con le pillole degli anni '70, ma con le pillole dosati con 30 microgrammi di estrogeni, e ricorda il ginecologo Danielle Hassoun. e in termini di carcinology, possiamo francamente essere qualche dubbio circa la differenza tra 30 e 15 microgrammi. "

, per il momento, non Lo studio epidemiologico non consente di affermare che le pillole minidosed aumentano meno degli altri il rischio di cancro al seno.

I due principali tipi di pillole

Ricordiamo che ci sono due tipi principali di pillole. Il progesterone (o combinato) e progestinici (o microdosées o minipills)

Le pillole progesterone , a prendere 21 giorni, combinare estrogeni con un progestinico. A seconda dell'età delle formulazioni e progestinico usato, il wafer ha uno o due o tre tipi di compresse a diversi dosaggi.

pillole progestina contengono solo un progestinico a basso dosaggio, vengono prese in continuo.

La pillola riduce il rischio di alcuni tumori

La pillola riduce il rischio di sviluppare il cancro ovarico, che è un vantaggio reale perché questo tumore è difficile da trattare. Questa contraccezione ormonale probabilmente riduce anche il rischio di cancro del colon-retto.

Gli effetti benefici della pillola, come i suoi effetti collaterali, aumentano con la durata dell'uso. In altre parole, più a lungo lo prendiamo, meglio sarà per le sue ovaie, meno sarà per il suo seno. Tuttavia, e questa è una buona notizia, il rischio di cancro al seno diminuirà quando si arresta la pillola per tornare alla "normalità" dopo un decennio senza ormone.

Fonte: Risultati di lo studio "il caso per la prevenzione delle ovaie", condotto dal team di Valerie Beral (Università di Oxford, Regno Unito), pubblicato sul settimanale medico Lancet , il 26 gennaio 2008.