Psycho: Il legame tra l'esca e la mancanza di fiducia in se stessi

Registrandoti su un sito di appuntamenti come Tinder, puoi trovare un compagno di letto, un grande amore, amici o ... un motivo per perdere la fiducia. Questa è la conclusione di uno studio sugli effetti psicologici delle domande di appuntamenti presentati alla convention annuale dell'American Society of Psychology e riportati dal sito di Time. Per lo studio, i ricercatori hanno chiesto a un gruppo di 1.300 studenti universitari di rispondere a domande su se stessi, sulla loro relazione con gli altri, sulla loro immagine corporea, sulla loro autostima e sul loro uso di applicazioni come Tinder.

Rispetto alle persone che non erano registrate nell'app, gli utenti di Tinder avevano livelli più bassi di autostima e erano meno soddisfatti rispetto ad altri del loro aspetto fisico. Un aspetto interessante dello studio è che questa mancanza di fiducia in sé influirebbe su uomini e donne. I ricercatori hanno ipotizzato che il sesso avesse un ruolo nel modo in cui uomini e donne avrebbero risposto al questionario. Le donne di solito hanno un'immagine peggiore di se stesse

A rischio di valutazione

Ricerche precedenti hanno dimostrato che le donne sono più esigenti nelle loro scelte rispetto agli uomini. Ma essere più aperti agli incontri virtuali aumenta anche il rischio di rifiuto. "Gli uomini, alla fine, si trovano nella posizione in cui le donne sono spesso nel mondo degli incontri sono valutati e determiniamo se siamo interessati da loro in base al loro aspetto ", spiegano gli autori di queste opere.

Queste conclusioni non consentono, per il momento, di determinare se è la gente che ha poca fiducia in loro che girano più verso Tinder, o se dietro a questi dati c'è un altro motivo. "Ma in generale, possiamo dire che l'utilizzo di questo tipo di piattaforma ci mette a rischio di valutazione", concludono i ricercatori. Verranno condotti studi futuri per capire meglio le ragioni per utilizzare questo tipo di applicazione e la loro influenza sul benessere psicologico.