Sette consigli per rimanere zen nel giorno di consegna

Suggerimento n. 1: controlla la maternità, conta le contrazioni

Senti un dolore intenso come periodi dolorosi? Metti la tua mano sulla pancia : se si indurisce, è una contrazione. Non c'è bisogno di andare nel panico.

  • Questo è il tuo primo figlio. Per andare al reparto maternità, attendi fino a quando queste contrazioni sono regolari e ravvicinate: ogni cinque minuti circa.
  • Questo è il tuo secondo o terzo figlio. Il lavoro viene messo in atto più rapidamente che durante una prima consegna. Non aspettare troppo! Vai al reparto maternità se le contrazioni si verificano ogni dieci minuti.

Stai ancora esitando? Vere contrazioni o no? Fai un bel bagno caldo Oltre a lenire te, ti permetterà di controllare la loro regolarità. Se le contrazioni non annunciano l'inizio della consegna, spariranno a poco a poco.

Suggerimento n. 2: ricorda la tua preparazione per il parto

È tempo di implementare ciò che l'ostetrica ti ha insegnato durante le otto sessioni di preparazione alla nascita.

A seconda del metodo che hai scelto, il tuo compagno può massaggiarti (haptonomia) o premere i punti della digitopressione (preparazione "Papà, mamma e io: un bambino per due")

Oppure, controlla il dolore respirando (sophrology e yoga). Infatti, al momento della dilatazione della cervice, la respirazione dovrebbe principalmente passare attraverso la pancia . E al momento di spingere, per espulsione, inspirerai ed espirai profondamente profondamente.

Leggi anche: Preparazione dell'avvento del bambino con lo yoga prenatale

Suggerimento n. 3: Pensa all'epidurale

Ricorda che il tuo corpo produce ormoni chiamati beta-endorfine. Riducono il dolore, ma lo stress, la paura, possono impedire la loro produzione. Le donne che si trovano in un ambiente sereno e tranquillo, vivono una nascita più naturale e meno dolorosa di altre.

Se hai dolore, hai sempre la possibilità di chiedere l'epidurale. Questa è un'anestesia locale. Quasi il 60% delle donne lo sceglie. Pensare a questa possibilità potrebbe essere sufficiente per calmarvi.

Vedi anche: L'epidurale, cosa sapere (video)

Suggerimento # 4: scegli l'accompagnatore giusto

È importante sapere chi vuoi condividere questa esperienza con il parto. Hai il diritto, tranne che in caso di taglio cesareo o complicanze, di avere una persona con te. La maggioranza è il futuro papà che è presente. Lui può aiutarti, rassicurarti, aiutarti a respirare meglio.

In altri casi, sei assistito da un amico, un membro della tua famiglia. La cosa più importante è che questa persona è lì, ad ascoltarti, e ha un effetto rassicurante su di te. Pensa sempre a un potenziale sostituto.

Vedi anche: Parto, qual è il ruolo del padre?

Suggerimento # 5: urla, canta, per lenire il dolore

Alcune donne voglio urlare durante lo sfratto, ma non osano. Quindi, ovviamente, non è una questione di ameuter l'intero ospedale o l'intera clinica o di spaventare la squadra medica.

Non preoccuparti di quest'ultimo perché è abituato a sentire le future mamme gemere. Il pianto non è necessariamente correlato all'intensità del dolore È un mezzo di sollievo perché consente di stabilire una profonda scadenza.

Pertanto, attribuiamo grande importanza alla preparazione per la nascita ha chiamato "canto prenatale" . Ti insegna a emettere suoni di diversa intensità per lenire il dolore provato durante il lavoro.

Gli studi hanno persino dimostrato che il beta-endorfina, un ormone calmante, viene prodotto in quantità maggiori quando si producono suoni seri.

Suggerimento n. 6: fidati del team medico

Normalmente non sei in un territorio sconosciuto. Hai sicuramente avuto l'opportunità di visitare il reparto maternità. Hai già incontrato sul posto l'ostetrica, l'anestesista e il ginecologo. Sono abituati a eseguire consegne . Ricorda che il 90% di loro sta andando molto bene

Sia e sia attento non mettere in dubbio l'ostetrica sulle tue paure, i tuoi dolori, lo spiegamento concreto

Da leggere anche: Il parto che supera le sue paure

Suggerimento # 7: Pensa al tuo futuro bambino

Il modo migliore per rilassarsi è ancora pensare dopo . Sei qui per dare alla luce un bambino, è il più grande dono della vita .

È raro che la madre si ricordi, dopo aver tenuto in braccio il suo bambino, intensità del dolore. La felicità ti farà dimenticare i brutti momenti

Posit , è un'esperienza meravigliosa in cui hai la possibilità di vivere.

Da leggere anche: Tre formalità da compiere all'arrivo del tuo bambino