Il malinteso più comune sulla vaccinazione

Undici vaccini (invece di tre) sono ora obbligatori in bambini nati dal gennaio 2018. Questo obbligo ha riacceso i dibattiti tra professionisti e anti-vaccini. Per non parlare del fatto che avere tante iniezioni in pochi mesi fa preoccupare i genitori.

L'alluminio contenuto nei vaccini è pericoloso. Vero o falso?

I vaccini sono composti da una o più sostanze biologicamente attive denominate "antigeni del vaccino" derivati ​​da batteri o virus. Al fine di renderli più efficaci, questi antigeni sono solitamente combinati con un adiuvanteche è molto spessosale di alluminio (idrossido o fosfato). Gli adiuvanti consentono al sistema immunitario di rispondere efficacemente e quindi di difendere il corpo dalle infezioni prese dal vaccino.

Spesso vengono sollevate domande sulla natura innocua dei vaccini di alluminio. Un collegamento è evidenziato tra l'iniezione intramuscolare di vaccini contenenti alluminio e la comparsa in alcune persone di una miofascite da macrofagi , una sindrome grave caratterizzata da affaticamento generalizzato, dolore muscoli, disturbi cognitivi. Questi individui, secondo studi recenti, hanno un'anomalia genetica che li predispone alla miofascite da macrofagi a causa dell'esposizione ripetuta agli adiuvanti. Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati.

A proposito, l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) afferma che "dati i dati disponibili (...), attualmente non ha 'nessuna prova per giustificare la modifica delle pratiche vaccinali nel caso divaccini contenenti alluminio.

Inoltre, le quantità di alluminio fornite dai vaccini sono bassi (i vaccini pediatrici contengono un massimo di 0,6 mg per dose) rispetto alle fonti giornaliere di assunzione di alluminio nell'organismo (alimenti, imballaggi alimentari). Una cifra che può variare da 3 a 5 mg al giorno per via orale.

I vaccini hanno effetti collaterali dannosi a lungo termine. Vero o falso?

Come ogni farmaco, un vaccino può causare effetti collaterali (o effetti collaterali). Gli effetti indesiderati più comuni sono lievi e si risolvono entro pochi giorni: lieve febbre, dolore o arrossamento del sito di iniezione

Ci sono effetti collaterali più impressionanti, ma rari, nel corpo. piccolo: episodi di convulsioni, perdita di coscienza, debolezza muscolare, tutti reversibili. Per quanto riguarda la sindrome di Guillan-Barré (una malattia infiammatoria che attacca i nervi), è stato notato un aumento del rischio, ma in casi molto rari: dell'ordine di uno a due casi per 100.000

eventi avversi gravi sono molto rari e sono soggetti a follow-up e ulteriori indagini quando si verificano. rischia di sviluppare una grave malattia non essere vaccinato

è molto più importante di quello di vedere un evento avverso correlato alla vaccinazione ", afferma il sito Web di Vaccination Info Service. " Se è vero che solo un caso di lesioni gravi o La morte dei vaccini è sempre troppo, ma i benefici della vaccinazione

superano di gran lunga i rischi ", afferma. Non confondere gli effetti indesiderati con controindicazioni a certe vaccinazioni

che sono molto rari (malattia, gravidanza per alcuni vaccini, allergia ...)

Non è necessario essere vaccinati contro malattie che sono quasi scomparse. Vero o falso? Perché vaccinarsi contro malattie che sono quasi scomparse in Francia? Perché rimangono un pericolo. Infatti, la maggior parte dei germi che causano queste malattie esiste ancora: ogni anno, ci sono ancora casi di tetano in persone non vaccinate

o che non hanno avuto un richiamo "Riguardo alle malattie contagiose , sappiamo che la presenza di pochi casi può scatenare un'epidemia se la maggior parte della popolazione non è protetta", ha affermato il Ministero della Salute. Questo è attualmente il caso di epidemia di morbillo

in Francia: 1.600 casi di morbillo segnalati da novembre 2017 (fino all'11 aprile 2018), rispetto ai soli 300 casi del 2013 2015. vaccinarsi, quindi questo è anche proteggere le persone che non possono essere vaccinati

per ragioni mediche (allergie, malattie rendendo vaccinazione rischiosa) o fisiologici (età giovane , gravidanza). Una visione in una sorta di vaccinazione dei cittadini! Infine, se alcune malattie a prevenzione vaccinale sono molto rari in Francia, sono ancora presenti in altre parti del mondo ( polio , difterite

). Un viaggiatore può contrarli e trasmetterli al suo ritorno.

È meglio essere immunizzati dalla malattia che dal vaccino. Vero o falso? Certamente, la risposta immunitaria prodotta dall'organismo dopo una vaccinazione è simile a quella prodotta da un'infezione. Ma nel primo caso, la persona non corre il rischio di complicazioni legate alla malattia. Una cautela vale soprattutto per i bambini in quanto le malattie infantili che sono il morbillo, la rosolia o parotite può causare gravi

  • o complicazioni pericolose per la vita
  • Nel caso del morbillo, ad esempio, le complicanze più gravi sono la polmonite e l'encefalite, che possono portare a sequele neurologiche. "Quando non esisteva l'immunizzazione, circa 1 su 2.000 bambini ha avuto una complicazione neurologica dopo il morbillo", dice il Ministero della Salute.

La rosolia può causare gravi malformazioni fetali se una donna incinta la prende all'inizio della gravidanza

I vaccini raggruppati sono troppo per il sistema immunitario. Vero o falso? I vaccini esavalenti (sei in una iniezione) per bambini di due mesi sono di grande preoccupazione per i genitori. I timori infondati per la comunità scientifica: produrre diversi vaccini contemporaneamente