Il movimento al centro della ginnastica sensoriale

"ginnastica sensoriale è uno dei quattro componenti della somatica-psicoeducazione con il manuale di accompagnamento, l'introspezione sensoriali (pratica di meditazione), e l'intervista verbale con un terapeuta", spiega Caroline Wyler pedagogista nella ginnastica sensoriali

Sviluppato da Danis Bois, fisioterapista e osteopata formazione, il somatico-psicoeducazione è il legame tra corpo e mente. ci invita ad ascoltare e prendere in considerazione le informazioni provenienti dal nostro corpo, ma anche per riconoscere l'impatto del pensiero su questo.

movimenti molto lenti

"ginnastica sensoriali costituito da sequenze di movimenti codificati, in rispetto delle leggi fisiologiche del moto, realizzato in un lento Sensibilità estrema ", sviluppa Caroline Wyler

In pratica? Semplici movimenti fisiologici, spesso inusuali, permettono alle articolazioni di dispiegare tutto il loro potenziale. Dalla distensione disteso profonda stretching, il tono muscolare è esplorato in tutta la sua grandezza e la muscoli posturali sono sollecitati.

Per quanto riguarda il ritmo di attuazione di esercizi, aiuta a essere sia attore e spettatore movimento eseguito a prendere confidenza con la "lettura" di ciò che suscita in se stesso, le sue sensazioni.

una disciplina "terapeutico"

, in pratica, la percezione della fisica "eventi", indotto il movimento, consente una maggiore autoconsapevolezza e ci informa del nostro coinvolgimento nell'esistenza: le nostre "strategie di azione", i nostri rapporti con gli altri ...

"Una persona che ha difficoltà ad impegnare il proprio corpo in avanti per esempio, realizzerà che non si impegna più nella vita in generale ... Ma nulla viene suggerito dal terapeuta, è la persona che pratica a trovare le sue risposte ", dice Caroline Wyler, pedagoga in ginnastica sensoriale. Un rapporto con suo movimento è quindi terapeutico.

I benefici della ginnastica sensoriali

su un motore di aereo, ginnastica sensoriali ripristina movimenti disturbati, sviluppa coordinazione e l'equilibrio.

E ' fornisce anche una migliore consapevolezza del proprio corpo, spingendo più piacere nel movimento e spingendo l'esplorazione di nuovi gesti in una nuova libertà d'azione.

si sviluppa finalmente una bella presenza a sé e del corpo la stabilità trova la sua eco nella sua vita psichica.

"Se non c'è un'età da praticare, veniamo volentieri a questa ginnastica all'età di 35-40 anni quando ci chiediamo della sua vita, che noi è stressato o infelici ", conclude Caroline Wyler, pedagogo nella ginnastica sensoriali ...

di trovare uno psicologo di formazione somatica-sensoriale pratica nella vostra zona. il sito web professionale dell'Associazione in somatica-psicoeducazione