Qual è la differenza tra personaggio e personalità?

"Penso che sia una preoccupazione per il personaggio, o per la personalità ..." "Ma a proposito, qual è la differenza?" Parlando con un amico, mi sono reso conto di quanto queste due parole siano usate come sinonimi intercambiabili mentre il loro significato non è lo stesso. Per cercare di vedere più chiaramente, ho posto la domanda a Michel Hansenne, Direttore del Dipartimento di Psicologia della Personalità e delle Differenze Individuali all'Università di Liegi.

Spiega: "In Psicologia il termine personalità è usato perché il personaggio ha spesso una connotazione negativa. " Non è per niente che parliamo di "cattivo carattere" e non di "cattiva personalità". Infatti, nel loro studio (pdf) del 2006 intitolato " Personalità, carattere e temperamento: la struttura translinguistica dei tratti ", i ricercatori Gérard Saucier e Lewis Goldberg partono dalla stessa osservazione: "Nel corso del tempo, il La psicologia della personalità ha lasciato cadere in disuso il termine "personaggio", ma alcuni ricercatori continuano a valutare l'idea che le dimensioni del personaggio siano meno ereditabili e più mature di quelle attribuite al temperamento. "

Manifestare i suoi tratti caratteriali

È lo stesso autore, Goldberg, che ha ridato vita alla teoria dei Big Five, i cinque tratti centrali della personalità che costituiscono un punto di riferimento fondamentale: l'apertura di spirito, coscienziosità, estroversione, gradevolezza e nevroticismo. "La personalità è come si comporta , pensa e decodifica la realtà nel solito modo in diversi contesti. Si definisce per tratti di personalità, come calore, simpatia, socievolezza, tolleranza , ansia, ricerca di sensazioni, tratti per i quali ci sono molte differenze tra le persone, ciascuno può essere localizzato su tutti questi tratti , continua Michel Hansenne.

In sostanza, se il il termine carattere era usato dagli psicologi, costituirebbe la parte nascosta dell'iceberg, mentre la personalità sarebbe la parte esterna. Nel dizionario Larousse, il personaggio è definito come l'insieme di disposizioni affettive costanti secondo cui un soggetto reagisce al suo ambiente e che compone la sua personalità. Nella genetica, inoltre, queste caratteristiche individuali sono ereditate. La personalità, sarebbe una manifestazione concreta, nei comportamenti, di questi tratti.