Quando partorirò?

Per calcolare la data di consegna, l'ideale è per conoscere la data di concepimento del bambino. Corrisponde al giorno dell'ovulazione. È semplice se ci fosse solo un rapporto o se avessi una curva di temperatura. In questa data si aggiungono nove mesi e si ottiene la data di consegna.

Ma di solito le cose sono più complicate: non hai avuto un solo report negli ultimi giorni, non sai quando Si è verificata l'ovulazione, i tuoi cicli non sono molto regolari. Facciamo quindi affidamento su un altro metodo di calcolo

Una data chiave: il primo giorno dell'ultimo periodo

Si tratta di calcolare la data di consegna dal primo giorno dell'ultimo periodo. Ci sono poi settimane di amenorrea (senza regole) o SA, non mesi

Da lì, aggiungere 41 AS per ottenere la data prevista di consegna . Un'ecografia prima di 12 SA può confermare la data del concepimento.
Nota: i conti sono diversi (almeno due settimane) se ti esprimi in gravidanza mese o settimane di amenorrea. Una gravidanza di un mese corrisponde a 6 SA. Una gravidanza di sei mesi è di 28 SA

Una gravidanza dura in media da 280 a 287 giorni

Pertanto, possiamo conoscere una data approssimativa del concepimento grazie a settimane di amenorrea, ma è impossibile sapere quanti Precisamente il tempo durerà la gravidanza. In effetti, non esiste una durata fissa. La tua data di scadenza è comunque importante perché ti permette di organizzare: riservare la maternità, anticipare la scelta delle cure ...

Sono stati fatti studi statistici per comprendere meglio la durata media del soggiorno. una gravidanza Ci sono tra 280 e 287 giorni dalla data dell'ultimo periodo mestruale.

In più della metà delle gravidanze, le donne danno alla luce alcuni giorni alla data prevista del termine. Nel 20% dei casi, la nascita avviene entro 10-15 giorni prima del termine; nel 20% dei casi, da 4 a 8 giorni dopo.
I bambini prematuri nascono prima di 37 SA (7,2% dei casi) e gravidanze prolungate (dal 2% al 3%) oltre 42 SA

La possibilità di programmare la consegna

Una consegna può essere eseguita per ragioni mediche (diabete gestazionale, ipertensione, gravidanza gemellare, termine ...). Ma anche per motivi di convenienza . Obblighi professionali, questione dell'organizzazione dei futuri genitori, la maternità è lontana o la futura madre è stanca ... tanti motivi che spiegano di voler fissare una data di consegna.
A volte sono gli ostetrici a consigliarti per garantire un miglior coordinamento delle équipe mediche o un lungo periodo di vacanza. Tuttavia l'Alta Autorità per la Salute (HAS) ha pubblicato raccomandazioni su questo argomento: il termine deve essere arrivato e preciso (39 SA), la cervice favorevole, e il paziente informato delle modalità e dei potenziali rischi.

Ci sono rischi per iniziare una consegna:

  • il lavoro è più lungo e difficile,
  • l'uso di un taglio cesareo più frequente,
  • un fallimento è possibile se la cervice non è sufficientemente aperta ...

È necessario che tutte le condizioni siano soddisfatte per dare alla luce il bambino. Gli studi dimostrano che la maggior parte delle donne lascia "fare la natura". Il numero di viaggi è di circa il 20% all'anno, sapendo che più della metà di loro ha una giustificazione medica.

Da leggere anche: devo partorire con cesareo